Casa delle donne per non subire violenza

mercoledì 23 novembre 2016

TAVOLA ROTONDA "E' POSSIBILE RACCONTARE SENZA STEREOTIPI DI GENERE?"

giovedì 24 novembre ore 10.30
Sala Carracci di Palazzo Magnani
via Zamboni 20 Bologna









Tavola rotonda 
È possibile raccontare senza stereotipi di genere? 
Negli ultimi anni si è molto discusso di stereotipi di genere nella lingua e nella cultura, interrogandosi se e come un uso consapevolmente antisessista delle parole, delle immagini e dei media possa influire positivamente sui processi di trasformazione sociale per contrastare le discriminazioni e la violenza di genere. Al contempo i libri per l’infanzia più avanguardistici dal punto di vista del contrasto agli stereotipi vengono messi all’indice perché accusati di propagandare presunte teorie del gender. Se la lingua non è neutra, nessun linguaggio, neanche quello del fumetto, si sottrae all’interrogativo su quale impatto possa avere sulla rappresentazione e sulla costruzione sociale della realtà. Illustrazioni, fumetti, graphic novel, cartoons raccontano storie, inventano personaggi, immaginano mondi; a volte, raccontando, informano, costruiscono memoria, si schierano politicamente e fanno critica sociale. Non sempre però è facile sottrarsi alla riproduzione degli stereotipi di genere, spesso intrecciati a quelli di “razza” e classe, di cui pullula la cultura condivisa. Ne discuteremo insieme a giovani autori ed autrici, confrontandoci su come le storie a fumetti possano contribuire a cambiare l’immaginario collettivo, i modelli sociali e i ruoli di genere a partire proprio dalla narrazione, così personale e così politica, delle maschilità e delle femminilità.

Coordina
Elisa Coco, Comunicattive

Intervengono
Nicolò Pelizzon, Alice Milani, Silvia Rocchi, Cristina Portolano, Matthias Lehmann, Pietro Scarnera, Sarah Mazzetti, Camilla de Concini e tante/i altre/i


Evento a cura di Bilbolbul, Comunicattive, Casa delle donne


Nessun commento:

Posta un commento