Casa delle donne per non subire violenza

martedì 10 novembre 2015

convegno ASCOLTARE PER PROTEGGERE. L'AUDIZIONE DELAL DONNA E DEL MINORE CHE HANNO SUBITO VIOLENZA

giovedì 26 novembre ore 15,00 - 18,00

Comando Legione dei Carabinieri Emilia-Romagna - Piazzetta dei Servi di Maria, 3 | Bologna

 

Il convegno intende affrontare le tematiche più significative relative all'ascolto delle donne e dei minori vittime di violenza, indagando il difficile mestiere di chi ascolta e deve assegnare correttamente la responsabilità della violenza a chi la agisce. Attraverso differenti e specifiche competenze degli operatori coinvolti, ciascun relatore metterà in luce gli strumenti, gli atteggiamenti e le tecniche utilizzate che permettono di esplorare la violenza, aiutando le vittime a parlarne.

saluti istituzionali
Emma Petitti - Assessora Pari Opportunità Regione Emilia-Romagna
Virginio Merola - Sindaco di Bologna
Ennio Maria Sodano - Prefetto di Bologna
Ignazio Coccia - Questore di Bologna
Valerio Giardina - Comandante Provinciale Carabinieri Bologna
Antonio Sebaste - Generale di Brigata Guardia di Finanza
Carlo di Palma - Comandante di Polizia Municipale di Bologna

 interventi

Angela Romanin - Casa delle donne. Identificazione, valutazione e gestione del rischio di recidiva e di omicidio
Carlo Barbieri - Direttore Tecnico Capo. Polizia di Stato. Il primo ascolto del minore nell'ambito dell'attività di polizia: luoghi e modalità
Luca Degiorgis - educatore, Dipartimento di Cure Primarie dell'Ausl di Bologna, consulente del Centro specialistico Multiprofessionale contro i maltrattamenti all'Infanzia Il Faro. L'accompagnamento e l'ascolto del minore nel procedimento giudiziario fino all'incidente probatorio: l'esperienza del Faro
Elisa Battaglia - Avvocata, Casa delle donne. L'ascolto della donna in ambito legale 

 coordina
Susanna Zaccaria - Avvocata, Casa delle donne a cura di
Casa delle donne
Ordine Giornalisti dell'Emilia-Romagna
Associazione Stampa Emilia-Romagna
Rete "Giulia" Emilia-Romagna

L'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BOLOGNA RICONOSCE 2 CREDITI FORMATIVI

Nessun commento:

Posta un commento